Parco Cerillo
oasi di Ambiente & Cultura

Data inizio progetto:
Marzo 2015

Data fine progetto:
Marzo 2017

Numero di partecipanti:
A fine 2016, circa 300

Associazioni dell’ATS impegnate:
Luna Rossa Onlu, IoCiSto, Marina Commedia, La Casetta Onlus

Dove:
Parco Cerillo

Contatti:
Via Cerillo, 57
80070 Bacoli (Na)

www.parcocerillo.it

Mediateca

L’ Idea

Il Parco Cerillo è rinato nel marzo 2015, con l’avvio del progetto ”Parco Cerillo – Oasi di Ambiente & Cultura” realizzato dalle associazioni bacolesi Luna Rossa (capofila)IoCiSto, La Casetta e Marina Commedia che ora hanno in gestione l’intera area verde e sostenuto dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale – Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il progetto è un’azione integrata di recupero e valorizzazione di un bene comune, pienamente restituito alla comunità. Da una parte la riqualificazione del bene: la pulizia e la manutenzione costante del giardino all’ingresso, la riattivazione dell’impianto elettrico e di irrigazione, il ripristino del tavolato, la costruzione di panche.

Ma soprattutto la restituzione della parte alta del Parco, raggiungibile grazie all’importante lavoro di pulizia del percorso in salita, liberato dai rovi che lo infestavano da anni e ne impedivano l’accesso. Dall’altra le attività artistiche e le occasioni di aggregazione che animano ora il Parco: spettacoli musicali, fiere e mercatini di prodotti biologici e artigianali, attività didattiche, laboratori per bambini, seminari e conferenze, incontri di lettura. Il progetto sperimenta inoltre un nuovo modello di gestione , con l’affidamento dell’area al termine del progetto ad una cooperativa sociale di tipo B che garantirà l’apertura e la manutenzione del Parco.

Stato dell’arte

Il ruolo di Luna Rossa nell’ambito del progetto “Parco Cerillo” è triplice. Un ruolo è di natura istituzionale, è nell’asset del progetto, il primo necessario riferimento alle fasce sociali deboli, a rischio di esclusione, nei riguardi della quale si intraprendono azioni di inclusione e creazione di condizioni favorevoli allo sviluppo della persona e di opportunità lavorative. Un secondo ruolo è di natura operativa, e riguarda il sostegno e l’accompagnamento al lavoro attraverso l’intervento socioeducativo. Il progetto prevede infatti la costituzione di una cooperativa sociale di tipo B che è finalizzata all’inserimento lavorativo di persone con disagio psichico. Il terzo è un ruolo propulsivo; tracciare un sentiero, sostenere un’idea di lavoro inclusivo, a dimensione d’uomo, delineare un modello di intervento riabilitativo che guardi alle risorse esterne al servizio sanitario, che percorra strade alternative, diffondendo la cultura della responsabilità civile verso le fasce deboli, sottraendole alle attenzioni, spesso sterili, dell’istituzione psichiatrica. Luna Rossa è un’idea di welfare, è l’idea stessa della sussidiarietà, la prerogativa di utilizzare risorse, finanziarie e professionali, disponibili nella società civile. E questo è quanto Luna rossa fa e ha fatto in questi anni, ha collaborato, stimolato, sperimentato, con e insieme alle altre associazioni dell’ATS, ritagliando per sé e per i suoi soci uno spazio di attività all’interno del progetto e del Parco.
Ha assunto il compito di gestire quella parte di lavoro che attiene alla valorizzazione dell’area pubblica in gestione, attraverso la realizzazione di eventi espositivi, come i mercatini (commerciali, artigianali, artistici), di eventi artistici (musicali, teatrali), di eventi culturali (incontri, dibattiti, informazione, attività di vario tipo), sempre guardando alla sostenibilità, non solo ambientale ma anche sociale. Abbiamo partecipato ha rendere il parco fruibile alla cittadinanza, provvedendo alla sua bonifica e manutenzione del verde. Al momento siamo impegnati nel sostegno alla costituzione della cooperativa; stiamo gettando le basi per realizzare un’impresa che guardi in prospettiva, che lasci strada a future idee e progetti, un’attività con confini elastici che si presti e risponda efficacemente a futuri e prevedibili sviluppi. Sono in dirittura d’arrivo i lavori di ristrutturazione dell’immobile posto all’interno del parco, immobile che diventerà un punto ristoro, dove consumare alimenti prodotti all’interno dello stesso parco, secondo criteri e norme previste per la produzione di alimenti biologici. Concepiamo un’idea di azienda che sia risorsa per tutti, che sappia dialogare e lavorare col territorio e con le sue risorse sociali, che si ingegni per operare e competere in modernità, ma che allo stesso tempo si caratterizzi fortemente per il valore umano, culturale e sociale del lavoro.

Parco Cerillo
oasi di Ambiente & Cultura

Data inizio progetto:
Marzo 2015

Data fine progetto:
Marzo 2017

Numero di partecipanti:
A fine 2016, circa 300

Associazioni dell’ATS impegnate:
Luna Rossa Onlu, IoCiSto, Marina Commedia, La Casetta Onlus

Dove:
Parco Cerillo

Contatti:
Via Cerillo, 57
80070 Bacoli (Na)

www.parcocerillo.it

L’ Idea

Il Parco Cerillo è rinato nel marzo 2015, con l’avvio del progetto ”Parco Cerillo – Oasi di Ambiente & Cultura” realizzato dalle associazioni bacolesi Luna Rossa (capofila)IoCiSto, La Casetta e Marina Commedia che ora hanno in gestione l’intera area verde e sostenuto dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale – Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il progetto è un’azione integrata di recupero e valorizzazione di un bene comune, pienamente restituito alla comunità. Da una parte la riqualificazione del bene: la pulizia e la manutenzione costante del giardino all’ingresso, la riattivazione dell’impianto elettrico e di irrigazione, il ripristino del tavolato, la costruzione di panche.

Ma soprattutto la restituzione della parte alta del Parco, raggiungibile grazie all’importante lavoro di pulizia del percorso in salita, liberato dai rovi che lo infestavano da anni e ne impedivano l’accesso. Dall’altra le attività artistiche e le occasioni di aggregazione che animano ora il Parco: spettacoli musicali, fiere e mercatini di prodotti biologici e artigianali, attività didattiche, laboratori per bambini, seminari e conferenze, incontri di lettura. Il progetto sperimenta inoltre un nuovo modello di gestione , con l’affidamento dell’area al termine del progetto ad una cooperativa sociale di tipo B che garantirà l’apertura e la manutenzione del Parco.

Stato dell’arte

Il ruolo di Luna Rossa nell’ambito del progetto “Parco Cerillo” è triplice. Un ruolo è di natura istituzionale, è nell’asset del progetto, il primo necessario riferimento alle fasce sociali deboli, a rischio di esclusione, nei riguardi della quale si intraprendono azioni di inclusione e creazione di condizioni favorevoli allo sviluppo della persona e di opportunità lavorative. Un secondo ruolo è di natura operativa, e riguarda il sostegno e l’accompagnamento al lavoro attraverso l’intervento socioeducativo. Il progetto prevede infatti la costituzione di una cooperativa sociale di tipo B che è finalizzata all’inserimento lavorativo di persone con disagio psichico. Il terzo è un ruolo propulsivo; tracciare un sentiero, sostenere un’idea di lavoro inclusivo, a dimensione d’uomo, delineare un modello di intervento riabilitativo che guardi alle risorse esterne al servizio sanitario, che percorra strade alternative, diffondendo la cultura della responsabilità civile verso le fasce deboli, sottraendole alle attenzioni, spesso sterili, dell’istituzione psichiatrica. Luna Rossa è un’idea di welfare, è l’idea stessa della sussidiarietà, la prerogativa di utilizzare risorse, finanziarie e professionali, disponibili nella società civile. E questo è quanto Luna rossa fa e ha fatto in questi anni, ha collaborato, stimolato, sperimentato, con e insieme alle altre associazioni dell’ATS, ritagliando per sé e per i suoi soci uno spazio di attività all’interno del progetto e del Parco.
Ha assunto il compito di gestire quella parte di lavoro che attiene alla valorizzazione dell’area pubblica in gestione, attraverso la realizzazione di eventi espositivi, come i mercatini (commerciali, artigianali, artistici), di eventi artistici (musicali, teatrali), di eventi culturali (incontri, dibattiti, informazione, attività di vario tipo), sempre guardando alla sostenibilità, non solo ambientale ma anche sociale. Abbiamo partecipato ha rendere il parco fruibile alla cittadinanza, provvedendo alla sua bonifica e manutenzione del verde. Al momento siamo impegnati nel sostegno alla costituzione della cooperativa; stiamo gettando le basi per realizzare un’impresa che guardi in prospettiva, che lasci strada a future idee e progetti, un’attività con confini elastici che si presti e risponda efficacemente a futuri e prevedibili sviluppi. Sono in dirittura d’arrivo i lavori di ristrutturazione dell’immobile posto all’interno del parco, immobile che diventerà un punto ristoro, dove consumare alimenti prodotti all’interno dello stesso parco, secondo criteri e norme previste per la produzione di alimenti biologici. Concepiamo un’idea di azienda che sia risorsa per tutti, che sappia dialogare e lavorare col territorio e con le sue risorse sociali, che si ingegni per operare e competere in modernità, ma che allo stesso tempo si caratterizzi fortemente per il valore umano, culturale e sociale del lavoro.

Mediateca

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi